Avviso! DAL 7 MARZO 2023, cambiano le modalità di accesso all'area riservata iscritti.
Per tutti i dettagli clicca qui.

Per tutti i dettagli

Avviso! Oggi, 11 MAGGIO 2023, l’AREA ISCRITTI e l’AREA AZIENDE potrebbero registrare dei rallentamenti per interventi di manutenzione straordinaria. Dalle ore 15.00 il servizio riprenderà il corretto funzionamento..

Per tutti i dettagli
Approfondimenti

CCNL Industria – CERAMICA – PIASTRELLE – MATERIALI REFRATTARI: tempo di incrementi contrattuali

Facebook
Twitter
LinkedIn

Dal 1° gennaio 2022 le aziende del settore aumentarono il contributo datoriale a favore di tutti i dipendenti iscritti ai fondi pensione contrattuali.

È sicuramento un anno ricco di novità per i contratti del raggruppamento “ceramica” industria. Dal 1° gennaio 2022, come previsto dal rinnovo del 26/11/2020, il contributo a carico azienda sarà elevato al

1,90% nel comparto ceramica (in precedenza, 1,80%)

2,20% nel comparto materiali refrattari (in precedenza, 2,10%)

2,30% nel comparto piastrelle (in precedenza, 2,10%)

Tutti i contributi sono espressi in percentuale sulla retribuzione utile al calcolo del TFR.

Nulla cambia, invece, per il contributo minimo a carico del lavoratore, che resta pari, in tutti i settori, all’1,40%.

Ma quanto vale il contributo azienda in Euro?

Se prendiamo ad esempio un lavoratore con livello medio (D3), il contributo azienda è di circa € 500 annui che chi non è iscritto ai fondi pensione negoziali perde, anno dopo anno.

Per i settori CERAMICA e PIASTRELLE, inoltre, al lavoratore che beneficia del contributo azienda è attivata automaticamente la COPERTURA ASSICURATIVA ACCESSORIA. Una polizza assicurativa caso morte ed invalidità permanente il cui costo è totalmente a carico dell’azienda. Una protezione in più per i lavoratori iscritti e per le loro famiglie 

Vuoi saperne di più o chiedere stima personalizzata? Contattaci o prendi appuntamento, anche online, su www.solidarietaveneto.it/contattaci/

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

CCNL Industria CEMENTO, CALCE, GESSO : DA LUGLIO, SALE IL CONTRIBUTO AZIENDALE

Dal 1° luglio 2024 aumenta il contributo aggiuntivo a carico azienda. Più risparmio previdenziale per i dipendenti iscritti ai fondi pensione contrattuali. Un altro settore, quello del CCNL Industria Cemento, Calce e Gesso, registra un incremento delle contribuzioni a favore della previdenza complementare dei lavoratori. Dal 1° luglio 2024, come previsto dall’accordo di rinnovo del 15/03/2022, è previsto

CCNL Industria LAPIDEI E MARMOMACCHINE : DA LUGLIO, IL CONTRIBUTO AZIENDALE SALE AL 2,90%

Dal 1° luglio, sarà in vigore la nuova aliquota contributiva stabilita nel rinnovo contrattuale sottoscritto il 24/11/2022. Importanti novità per i lavoratori del settore. Dal 1° luglio 2024, la contribuzione a carico del datore di lavoro passerà dall’attuale 2,70% al 2,90% calcolato sulla retribuzione utile al calcolo del TFR. Nulla cambia, invece, per il contributo

CCRL ARTIGIANO – COMUNICAZIONE: NUOVO CONTRIBUTO AZIENDA, NUOVA PRESTAZIONE EBAV

Da gennaio 2024, i lavoratori artigiani del comparto “comunicazione” beneficiano di un nuovo contributo riconosciuto dal datore di lavoro: arriva il “contributo contrattuale veneto”. Il recente rinnovo del CCRL Comunicazione Artigiano ha introdotto non poche novità per i lavoratori del settore. Le Parti firmatari dell’accordo, nell’intento di valorizzare il ruolo della previdenza complementare per i lavoratori

Torna in alto