Avviso! DAL 7 MARZO 2023, cambiano le modalità di accesso all'area riservata iscritti.
Per tutti i dettagli clicca qui.

Per tutti i dettagli

Avviso! Oggi, 11 MAGGIO 2023, l’AREA ISCRITTI e l’AREA AZIENDE potrebbero registrare dei rallentamenti per interventi di manutenzione straordinaria. Dalle ore 15.00 il servizio riprenderà il corretto funzionamento..

Per tutti i dettagli
Avvisi

Pronti, partenza… si vota!

Facebook
Twitter
LinkedIn

Dal 15 al 31 marzo sono aperte le operazioni di voto con le quali gli associati a Solidarietà Veneto possono scegliere i 95 delegati che li rappresenteranno nell’Assemblea per i prossimi 4 anni.

Perché si vota



Solidarietà Veneto è un’associazione senza scopo di lucro, così come previsto dalla normativa sui Fondi Pensione Contrattuali.

Attraverso il voto, ogni iscritto esercita democraticamente il proprio ruolo associativo: in questa fase è dunque fondamentale il tuo apporto attivo.

I collegi elettorali



Per agevolare le operazioni di voto, il Veneto è stato diviso in tre collegi elettorali, ciascuno con una lista di candidati individuati dalle Parti Istitutive:

(A) Lavoratori di aziende delle provincie di TREVISO – BELLUNO (36 candidati; indicare da un minimo di 13 ad un massimo di 26 candidati) – Clicca qui per conoscerli

(B) Lavoratori di aziende delle provincie di PADOVA – ROVIGO -VENEZIA (26 candidati; indicare da un minimo di 9 ad un massimo di 19 candidati)
Clicca qui per conoscerli

(C) Lavoratori di aziende delle provincie di VERONA – VICENZA (33 candidati; indicare da un minimo di 12 ad un Massimo di 24 candidati) – Clicca qui per conoscerli.

Come si vota



In questi giorni tutti gli associati a Solidarietà Veneto alla data del 24/12/2017 stanno ricevendo mezzo posta ordinaria o via mail (per tutti coloro che hanno dato il consenso all’invio telematico delle comunicazioni del Fondo) il “Certificato elettorale 2018”.

La medesima comunicazione è peraltro a portata di “click” all’interno dell’area riservata di ciascun iscritto, nella sezione “I tuoi documenti“.

Attraverso il codice elettorale, indicato nella comunicazione, è possibile effettuare un’unica votazione secondo le modalità di seguito descritte:

1. Accedi al sito www.solidarietaveneto.it. Clicca su “Elezione Assemblea dei Delegati”.

2. Inserisci il tuo codice fiscale, in maiuscolo, e il codice elettorale trasmesso. È possibile visualizzare il profilo dei candidati cliccando su “Conosci i candidati”.

3. Seleziona i delegati ai quali desideri attribuire la tua preferenza e, al termine, clicca su “Vota”.

4. Se la procedura è andata a buon fine, comparirà il messaggio “il tuo voto è stato correttamente acquisito

Con il VOTO ON-LINE esprimi le tue preferenze in maniera veloce (il tuo voto è subito registrato), sicura (garanzia sulla segretezza del voto) e totalmente gratuita.

Il momento più importante della partecipazione è quello in cui gli associati sono chiamati a scegliere i propri rappresentanti.

Entra nel vivo della fase elettorale di Solidarietà Veneto Fondo Pensione, vota entra il 31 marzo 2018!

VUOI DIRE LA TUA? Lascia il tuo commento sulla nostra pagina Facebook

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
CHI AMMINISTRA IL FONDO PENSIONE?
CHI CONTROLLA L’ATTIVITA’ DEL FONDO PENSIONE?
NUOVO CDA: FRANCO LORENZON ALLA GUIDA

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

RENDIMENTI MAGGIO 2024

Se apprezzate le citazioni, potremmo definire il mese di maggio “radioso”, per i quattro comparti di Solidarietà Veneto. Merito dei mercati, complessivamente positivi, ma anche di una gestione efficace. Sì, è l’anno delle elezioni e, storicamente, questo dovrebbe causare incertezza nei sistemi economici e nella finanza. Tuttavia, le turbolenze elettorali questa volta sembrano non interessare

Come i fondi pensione resistono alle crisi finanziarie?

Le crisi finanziarie, spesso innescate da eventi globali imprevedibili, portano con sé ondate di perdite economiche e un generale calo della fiducia negli investimenti. Cosa accade a un fondo pensione come Solidarietà Veneto in questi momenti di incertezza? Resiste, mantenendo la fiducia delle persone aderenti.Capiamo perché. Una prospettiva di lungo periodo Uno degli elementi chiave

Giovani in pensione a 74 anni e con assegni bassi : lo studio

Il tema delle pensioni e quello più ampio legato al mondo del lavoro sono costantemente discussi da politici, rappresentanti di categoria, studiosi e giornalisti: ne parlano, fanno promesse irrealistiche, interpretano i dati come più conviene. In queste discussioni, mancano sempre i veri protagonisti: le giovani generazioni, che si trovano ad affrontare quotidianamente sfide come la

Torna in alto