Avviso! L’intera struttura è impegnata nei lavori della 45ª Assemblea dei Delegati: gli uffici torneranno operativi da domani (6 maggio).

Avvisi

Privacy: ecco cosa cambia al 31/12/2018

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lo scorso 25 maggio è divenuto operativo il Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR) che ha posto al centro la tutela della persona: i dati dei cittadini dovranno d’ora in poi essere raccolti sempre per motivi chiari, trasparenti ed espliciti.

L’intervento più importante del nuovo regolamento, che coinvolge in prima linea Solidarietà Veneto, riguarda la nuova raccolta dei consensi al trattamento dei dati: indirizzi di posta elettronica e numeri di telefono forniti da tutti gli associati devono essere necessariamente riconfermati, pena la cancellazione dei dati al 31/12/2018.

E se non si non dà il consenso esplicito, cosa succede?



Al 31/12/2018 tutti i recapiti per i quali non si registrasse un esplicito consenso all’uso, verranno eliminati dal database del Fondo. Se non avremo il tuo consenso non ci sarà possibile, di conseguenza, inviati informazioni relative alla tua posizione né via mail né per il tramite del numero di cellulare.

Ancor più grave, non potremo contattarti tempestivamente se riscontrassimo problemi con le pratiche inoltrate, come le richieste di anticipo o cambio comparto. Dovremo in tal caso, inviarti direttamente una lettera all’indirizzo di residenza allungando i tempi per la risoluzione delle pratiche.

Come posso confermare i miei dati?



Accedi all’area riservata del sito: al primo accesso, ti verrà richiesto di convalidare i tuoi contatti e di indicarci le modalità del loro utilizzo (trasmissione informazioni relative alla tua posizione, attivazione all’invio della comunicazione periodica via mail, iscrizione alla newsletter del fondo).

Alternativamente puoi scaricare il Modulo variazione dati iscritto e compilare la sezione 4 “RECAPITI”. Ricordati di inoltrarlo insieme ad una fotocopia di un documento di identità.

Articoli recenti

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

RELAZIONE COVIP 2021: FOCUS #1 – ISCRIZIONI IN CRESCITA, MA NON BASTA.

L’annuale relazione, che illustra lo stato della previdenza complementare nel nostro Paese, ci presenta numerosi segnali di miglioramento, anche se rimangono delle zone d’ombra: in questo approfondimento, vedremo chi si iscrive ai fondi pensione, in che misura e in quali regioni è più radicata la cultura previdenziale.  31 dicembre 2021: 8,8 milioni di italiani hanno

Nuovo Sportello Informativo a Valdobbiadene

Novità in provincia di Treviso: apre a VALDOBBIADENE un nuovo recapito del fondo pensione regionale Solidarietà Veneto potenzia il servizio nel trevigiano. Lo sportello sarà attivo da settembre 2022 ogni 1° lunedì del mese, dalle 15.00 alle 18.00 presso la sede Cisl, in via Piva, 39 I referenti diretti di Solidarietà Veneto sono a tua disposizione per: informazioni

Relazione Covip 2021: luci e ombre per la previdenza complementare italiana

L’annuale relazione, che illustra lo stato della previdenza complementare nel nostro Paese, ci presenta numerosi segnali di miglioramento, anche se rimangono delle zone d’ombra: la modesta diffusione del fondo fra giovani, donne e nel Meridione d’Italia, il nodo dei costi di gestione, le incognite finanziarie. Venerdì scorso, 10 giugno, il Presidente della Commissione di Vigilanza

Torna su