Avviso! DAL 7 MARZO 2023, cambiano le modalità di accesso all'area riservata iscritti.
Per tutti i dettagli clicca qui.

Per tutti i dettagli

Avviso! Oggi, 11 MAGGIO 2023, l’AREA ISCRITTI e l’AREA AZIENDE potrebbero registrare dei rallentamenti per interventi di manutenzione straordinaria. Dalle ore 15.00 il servizio riprenderà il corretto funzionamento..

Per tutti i dettagli
Gestione Finanziaria

I rendimenti del mese di novembre 2019

Facebook
Twitter
LinkedIn

Ci avviciniamo alla conclusione di un anno molto positivo, che poteva però avere uno sviluppo finanziario del tutto diverso da quello effettivamente concretizzatosi. I temi non sarebbero mancati: elezioni, dazi, tensioni geopolitiche, indebolimento della crescita e così via. Tutti elementi per i quali la finanza ha infine deciso di non darsi pensiero, rasserenata soprattutto dall’accomodante atteggiamento delle banche centrali. Il sentiment, in queste ultime settimane, è addirittura migliorato. Così, mentre cominciamo già a chiederci “…come sarà il 2020?”, condividiamo la visione dell’attuale scenario con Andrea Sassi, manager di UnipolSai Assicurazioni, società delegata alla gestione di parte delle risorse del comparto Prudente.

Di seguito l’approfondimento del mese:

SCARICA QUI IL RIEPILOGO PER LA TUA BACHECA AZIENDALE

Dinamico



il rally azionario che ha caratterizzato i mercati nel 2019 – dice Sassi – è proseguito anche a novembre nonostante la serie di rischi geopolitici ancora presenti”. La maggiore esposizione azionaria ha alimentato il buon +1,06% del mese, che ha portato in “doppia cifra” (+ 11,07%; benchmark a +11,58%) la performance annua. Nel comparto dedicato a chi si trova ad oltre 25 anni dal pensionamento, sta per realizzarsi una novità: dal 1° gennaio 2020 cessa la collaborazione con il gestore Amundi (ex Pioneer) a cui subentrerà Axa Investment managers, recente vincitore della selezione conclusasi pochi giorni fa. Un cambio sul quale torneremo in modo specifico nelle prossime settimane, anche per presentare il nuovo partner. Non cambia invece l’asset allocation (ovvero la strategia di investimento) realizzata per il tramite dei gestori delegati.

Reddito



con il +0,32% di novembre, sale a +6,38% (benchmark netto +7,40%) il rialzo del valore quota da inizio anno. Nel mese si combinano la buona performance della componente azionaria (25% delle risorse gestite) e quella negativa delle obbligazioni (75% delle risorse gestite). Anche nel “Reddito”, dal 1° gennaio 2020, assisteremo ad un cambiamento: esce di scena Arca Sgr, che cede il testimone ad Anima Sgr. Il recente vincitore del bando di gara lanciato dal Fondo è stato chiamato ad interpretare al meglio l’immutata strategia di investimento definita dal Fondo nel 2018.

Prudente



il +0,30% di novembre spinge ancora più in alto il risultato del 2019 (+ 5,60%; benchmark netto 5,28%) dell’opzione di investimento consigliata a chi si trova a meno di 9 anni dal pensionamento. Un dato superiore alle attese, ma che va letto anche in chiave prospettica: i rendimenti attesi dei titoli di debito (85% delle risorse gestite) sono inferiori rispetto al passato. I ribassi dei tassi di interesse ci preannunciano dunque un futuro prossimo più sobrio, anche se i titoli di debito mantengono un potenziale che non va dimenticato: “le obbligazioni – ci ricorda infatti Andrea Sassi – possono ancora fungere da stabilizzatori all’interno dei portafogli qualora la crescita non dovesse riaccelerare”; una visione che conferma il “Prudente” quale strumento apprezzato dagli iscritti per la capacità di proteggere il capitale accumulato.

Garantito Tfr



la performance annua (– 0,15% a novembre) si stabilizza a +1,09% (benchmark +1,14%). Nello stesso periodo il rendimento minimo garantito (allineato alla rivalutazione del “TFR in azienda”) è pari a +1,32%. La garanzia offerta da Cattolica Assicurazioni cesserà il 30/06/2020; per questo motivo, proprio in queste settimane, il Consiglio di Amministrazione del Fondo ha deliberato l’avvio di un bando di gara per selezionare un partner a cui affidare la gestione finanziaria dalla seconda metà del prossimo anno.


Buone feste dallo staff di Solidarietà Veneto. Restiamo a disposizione anche durante le festività per fornirvi informazioni sul vostro comparto, sul vostro profilo di rischio – rendimento e per qualsiasi altro aspetto.

VUOI DIRE LA TUA? Lascia il tuo commento sulla nostra pagina Facebook

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
HAI DICHIARATO IL PREMIO DI RISULTATO AL FONDO?
IL GLOSSARIO DELLA FINANZA

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

CCNL Industria CEMENTO, CALCE, GESSO : DA LUGLIO, SALE IL CONTRIBUTO AZIENDALE

Dal 1° luglio 2024 aumenta il contributo aggiuntivo a carico azienda. Più risparmio previdenziale per i dipendenti iscritti ai fondi pensione contrattuali. Un altro settore, quello del CCNL Industria Cemento, Calce e Gesso, registra un incremento delle contribuzioni a favore della previdenza complementare dei lavoratori. Dal 1° luglio 2024, come previsto dall’accordo di rinnovo del 15/03/2022, è previsto

CCNL Industria LAPIDEI E MARMOMACCHINE : DA LUGLIO, IL CONTRIBUTO AZIENDALE SALE AL 2,90%

Dal 1° luglio, sarà in vigore la nuova aliquota contributiva stabilita nel rinnovo contrattuale sottoscritto il 24/11/2022. Importanti novità per i lavoratori del settore. Dal 1° luglio 2024, la contribuzione a carico del datore di lavoro passerà dall’attuale 2,70% al 2,90% calcolato sulla retribuzione utile al calcolo del TFR. Nulla cambia, invece, per il contributo

CCRL ARTIGIANO – COMUNICAZIONE: NUOVO CONTRIBUTO AZIENDA, NUOVA PRESTAZIONE EBAV

Da gennaio 2024, i lavoratori artigiani del comparto “comunicazione” beneficiano di un nuovo contributo riconosciuto dal datore di lavoro: arriva il “contributo contrattuale veneto”. Il recente rinnovo del CCRL Comunicazione Artigiano ha introdotto non poche novità per i lavoratori del settore. Le Parti firmatari dell’accordo, nell’intento di valorizzare il ruolo della previdenza complementare per i lavoratori

Torna in alto