Avviso! L’intera struttura è impegnata nei lavori della 45ª Assemblea dei Delegati: gli uffici torneranno operativi da domani (6 maggio).

Fiscalità

Hai dichiarato il premio di risultato al Fondo?

Facebook
Twitter
LinkedIn

Cosa deve fare il lavoratore per ottenere i vantaggi fiscali legati alla destinazione al Fondo del Premio di Risultato

All’inizio dell’anno abbiamo descritto il funzionamento e i vantaggi principali derivanti dalla destinazione al Fondo Pensione dei Premi di Risultato.
Riassumendo, i premi di risultato, se destinati al Fondo Pensione:

  • non sono soggetti all’imposizione dell’imposta sostitutiva del 10%;
  • non concorrono a formare reddito anche se viene superato il limite di deducibilità di 5.164,57 euro;
  • non sono soggetti a tassazione al momento dell’erogazione da parte del Fondo.

La circolare 5/E/2018 dell’Agenzia delle Entrate dispone che il lavoratore debba dichiarare al Fondo il valore degli eventuali “Premi di risultato” versati (entro l’anno successivo al versamento stesso). La dichiarazione è fondamentale per ottenere gli sgravi fiscali sopra specificati.

Effettuare la dichiarazione del premio è semplice: recupera il valore del premio di risultato versato nel 2018 (eventualmente anche tramite l’ufficio personale della tua azienda) ed entra nella tua “area riservata”. Nella sezione “CONTRIBUZIONE” potrai effettuare rapidamente tale passaggio.

Non sei pratico di internet? Puoi utilizzare il modulo cartaceo (sito web del Fondo – sezione modulistica). Se hai bisogno di ulteriori informazioni i nostri operatori sono disponibili, eventualmente anche per organizzare uno sportello informativo aziendale.

Articoli recenti

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

Rendimenti 2022:
Anno nuovo, vita (finanziaria) nuova!

L’“euforia” finanziaria di questi giorni, con le borse in ripresa e i più ottimisti che già pregustano un 2023 di riscossa per i mercati, potrebbe far sembrare “stonate” e lontane le valutazioni sul difficilissimo 2022, e sui fatti finanziari di dicembre. L’investitore previdenziale, tuttavia, osserva le convulsioni dei mercati con un certo distacco, cercando chiavi

ISEE 2023: SCADENZE E VALORI DA INDICARE

In questi giorni molti lavoratori stanno compilando la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per il calcolo dell’Isee. Quali dati inserire per gli iscritti al fondo pensione?

GENNAIO 2023: MESE DI AUMENTI CONTRATTUALI

Dai lavoratori della ceramica, agli addetti ai materiali refrattari, passando per il settore carta/cartotecnico, approfondiamo nel dettaglio chi e come percepirà i nuovi incrementi previsti a favore degli iscritti ai fondi pensione contrattuali. Importanti novità nel primo mese del 2023: alcuni settori della grande industria e dell’artigianato vedranno aumentare l’importo corrisposto a titolo di “contributo azienda”.

Scroll to Top