Approfondimenti

Cosa succede al mio fondo pensione se perdo il lavoro?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

In caso di perdita del lavoro, è possibile sospendere i versamenti al fondo.

Durante il periodo di sospensione, continueranno a maturare i rendimenti legati alla tipologia di investimento prescelto, nonché l’anzianità di iscrizione (importanti, ad esempio, per beneficiare di una tassazione finale ancor più ridotta).

È facoltà dell’iscritto, inoltre, effettuare eventuali versamenti volontari al fondo pensione, beneficiando della deducibilità fiscale degli stessi (e quindi del relativo “sconto fiscale”).


Se la situazione di inoccupazione dovesse protrarsi e dovessero emergere effettive necessità, l’iscritto ha la possibilità di procedere con il “riscatto agevolato” pari al 50% della posizione in caso di:

  • inoccupazione per un periodo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 48 mesi.
  • ricorso da parte del datore di lavoro a procedure di mobilità.

CERCHI RISPOSTA AD UNA DOMANDA?
Scivici una mail o lascia il tuo commento sulla nostra pagina Facebook

Articoli recenti

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

VIDEO LIVE. Settembre: cambia il vento sui mercati finanziari?

In collaborazione con Radio Più, il Direttore di Solidarietà Veneto – Paolo Stefan – commenta i risultati finanziari a settembre 2021.  Con una finanza che – dopo mesi e mesi di crescita – segna il passo ed il Paese impegnato ad interpretare la ripresa post Covid-19, pare ci si approssimi ad un autunno che, nel rispetto dello

PERCHE’ NON RIESCO A CREARE UNA NUOVA PASSWORD?

Riconosciamolo: a volte i sistemi informatici hanno la capacità di farci “impazzire” tra nuove password da creare e codici alfa-numerici da inserire. Se ti sei trovato almeno una volta in questa situazione, ecco il nostro contributo per “fare pace” con il mondo IT. Nel nostro approfondimento AREA RISERVATA: COME RECUPERARE LE PASSWORD IN MENO DI

Guida alla fiscalità: come risparmiare tasse (costruendo la futura pensione)

La fine dell’anno si avvicina e con essa alcune scadenze fiscali piuttosto importanti. Vediamo le informazioni principali per massimizzare i benefici fiscali a disposizione degli iscritti a Solidarietà Veneto. La deducibilità fiscale I contributi versati a Solidarietà Veneto sono deducibili dal reddito fino alla soglia annua di 5.164,57 euro (vedi esempio). Il versamento, riducendo il reddito imponibile

Torna su