Avviso! DAL 7 MARZO 2023, cambiano le modalità di accesso all'area riservata iscritti.
Per tutti i dettagli clicca qui.

Per tutti i dettagli

Avviso! Oggi, 11 MAGGIO 2023, l’AREA ISCRITTI e l’AREA AZIENDE potrebbero registrare dei rallentamenti per interventi di manutenzione straordinaria. Dalle ore 15.00 il servizio riprenderà il corretto funzionamento..

Per tutti i dettagli
Approfondimenti

CONTRIBUZIONI SETTORE LEGNO ARREDO INDUSTRIA: SPECIALE LUGLIO 2021

Facebook
Twitter
LinkedIn

Rinnovo CCNL: Cosa e Come versare la nuova contribuzione al fondo

Il rinnovo contrattuale dello scorso 19 ottobre 2020 ha introdotto una serie di novità “previdenziali” per i lavoratori del settore legno arredo industria. Si tratta di 2 aumenti che coinvolgono i versamenti ai fondi pensione contrattuali di riferimento.

Oltre all’aumento del contributo azienda (2,20% dal 01/01/2021), il contratto ha inserito un versamento “una tantum” di € 100 che sarà attribuito a tutti i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato in forza al 01/07/2021.

Per gli ISCRITTI A SOLIDARIETA’ VENETO, il conferimento del contributo di 100€ è effettuato A SOLIDARIETA’ VENETO con la contribuzione del secondo trimestre 2021 con scadenza 16 luglio 2021, inviando i dati con una delle seguenti modalità:

  • DISTINTA ONLINE. Lo strumento principale per le Aziende con 15/20 iscritti consente di inserire il contributo “una tantum” nella casella denominata “Contr. Contrattuale”.

ATTENZIONE: La procedura consente di stampare il dettaglio della lista appena caricata. Nella stampa non è visibile la colonna del contributo “una tantum” ma il valore è comunque ricompreso nella colonna TOTALE.

 

  • LISTA SU FILE. La via più comoda per comunicare le contribuzioni per le Aziende con molti lavoratori iscritti a Solidarietà Veneto, qualora il numero degli iscritti dovesse essere superiore a 20.

Il Fondo mette a disposizione una lista di contribuzione già compilata con le anagrafiche dei lavoratori legati all’azienda: per scaricarla è sufficiente

          1. Entrare in AREA RISERVATA AZIENDE
          2. Selezionare, nei link di sinistra, “INVIO DATI WEB UPLOADING”
          3. Cliccare su “INVIA LISTE DI CONTRIBUZIONE”
          4. Cliccare sul link SCARICA LA LISTE PRECOMPILATA

Il contributo contrattuale di ciascun lavoratore va inserito alla colonna W: la somma dei singoli contributi una tantum è poi visibile alla colonna R sotto la voce “imp_tot_ctrb contrattuale”. Tale valore è ricompreso nella voce TOTALE DISTINTA che corrisponde all’importo da bonificare al Fondo.

E PER CHI NON E’ ISCRITTO NÉ AD ARCO NÉ A SOLIDARIETÀ VENETO?

Il contratto prevede che il versamento venga eseguito a favore del fondo nazionale di categoria. Il lavoratore verrà quindi iscritto obbligatoriamente al fondo nazionale ARCO. Per maggiori informazioni, si rimanda al sito internet del fondo nazionale.

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

Rendimenti maggio 2024

Se apprezzate le citazioni, potremmo definire il mese di maggio “radioso”, per i quattro comparti di Solidarietà Veneto. Merito dei mercati, complessivamente positivi, ma anche di una gestione efficace. Sì, è l’anno delle elezioni e, storicamente, questo dovrebbe causare incertezza nei sistemi economici e nella finanza. Tuttavia, le turbolenze elettorali questa volta sembrano non interessare

Come i fondi pensione resistono alle crisi finanziarie?

Le crisi finanziarie, spesso innescate da eventi globali imprevedibili, portano con sé ondate di perdite economiche e un generale calo della fiducia negli investimenti. Cosa accade a un fondo pensione come Solidarietà Veneto in questi momenti di incertezza? Resiste, mantenendo la fiducia delle persone aderenti.Capiamo perché. Una prospettiva di lungo periodo Uno degli elementi chiave

Giovani in pensione a 74 anni e con assegni bassi : lo studio

Il tema delle pensioni e quello più ampio legato al mondo del lavoro sono costantemente discussi da politici, rappresentanti di categoria, studiosi e giornalisti: ne parlano, fanno promesse irrealistiche, interpretano i dati come più conviene. In queste discussioni, mancano sempre i veri protagonisti: le giovani generazioni, che si trovano ad affrontare quotidianamente sfide come la

Torna in alto