Avviso! L’intera struttura è impegnata nei lavori della 45ª Assemblea dei Delegati: gli uffici torneranno operativi da domani (6 maggio).

Normativa

Aggiornata la Nota Informativa

Facebook
Twitter
LinkedIn

Il nuovo documento contiene i seguenti aggiornamenti:

Sezione “SCHEDA SINTETICA”

  • Aggiornamento contribuzioni CCNL CONFINDUSTRIA CERAMICA;
  • Aggiornamento refuso contribuzione CCNL ASSOMINERARIA;
  • Aggiornamento contribuzioni copertura prestazioni accessorie CCNL CONFINDUSTRIA TESSILI VARI;
  • Aggiornamento costi fase di accumulo comparti Reddito e Dinamico per le commissioni legate alla sottoscrizione di quote di fondi comuni di investimento mobiliare selezionati in regime di gestione diretta;

Sezione “CARATTERISTICHE DELLA FORMA PENSIONISTICA”
Nella sezione “Le prestazioni erogabili durante la fase di accumulo – Anticipazioni e riscatti”, eliminato riferimento art. 11 comma 4 del DL n. 174 G.U. 10/10/2012.

Sezione “SOGGETTI COINVOLTI NELL’ATTIVITÀ”
Sezione “Consiglio di Amministrazione”. Aggiornamento composizione Cda

Clicca qui per visualizzare la Nota Informativa

Articoli recenti

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

RELAZIONE COVIP 2021: FOCUS #1 – ISCRIZIONI IN CRESCITA, MA NON BASTA.

L’annuale relazione, che illustra lo stato della previdenza complementare nel nostro Paese, ci presenta numerosi segnali di miglioramento, anche se rimangono delle zone d’ombra: in questo approfondimento, vedremo chi si iscrive ai fondi pensione, in che misura e in quali regioni è più radicata la cultura previdenziale.  31 dicembre 2021: 8,8 milioni di italiani hanno

Nuovo Sportello Informativo a Valdobbiadene

Novità in provincia di Treviso: apre a VALDOBBIADENE un nuovo recapito del fondo pensione regionale Solidarietà Veneto potenzia il servizio nel trevigiano. Lo sportello sarà attivo da settembre 2022 ogni 1° lunedì del mese, dalle 15.00 alle 18.00 presso la sede Cisl, in via Piva, 39 I referenti diretti di Solidarietà Veneto sono a tua disposizione per: informazioni

Relazione Covip 2021: luci e ombre per la previdenza complementare italiana

L’annuale relazione, che illustra lo stato della previdenza complementare nel nostro Paese, ci presenta numerosi segnali di miglioramento, anche se rimangono delle zone d’ombra: la modesta diffusione del fondo fra giovani, donne e nel Meridione d’Italia, il nodo dei costi di gestione, le incognite finanziarie. Venerdì scorso, 10 giugno, il Presidente della Commissione di Vigilanza

Torna su