Avviso! L’intera struttura è impegnata nei lavori della 45ª Assemblea dei Delegati: gli uffici torneranno operativi da domani (6 maggio).

Approfondimenti

2016: anno record per Solidarietà Veneto

Facebook
Twitter
LinkedIn

Iscritti: miglior risultato dal 2007



Alla chiusura del 2016, i lavoratori associati a Solidarietà Veneto sono 51.340, l’incremento, pari al 4% rispetto all’anno procedente, è il migliore dal 2007, anno dell’entrata in vigore della Riforma Maroni e del “silenzio-assenso”.

La distribuzione per provincia, pur in linea con il 2015, presenta alcuni spunti molto interessanti. Innanzitutto Vicenza si rafforza quale prima provincia in Veneto per numero di lavoratori associati al Fondo, superando le 15.000 unità.

Rispetto all’anno precedente, la crescita è stata omogenea: in ciascuna provincia il numero di aderenti cresce, frutto anche della presenza capillare del Fondo con 44 Sportelli Informativi (qui l’elenco completo per provincia).

L’età media, 44,3 anni, supera di poco i 44 registrati lo scorso anno. Si rileva come l’ingresso nel fondo pensione di lavoratori giovani compensi quasi del tutto il fisiologico innalzamento dell’età media da un anno all’altro.

Un fattore che sussiste anche per effetto della consistente quota di pensionati che decidono di mantenere l’adesione al Fondo per beneficiare dei vantaggi fiscali e finanziari che lo strumento offre, specialmente con riferimento al comparto Garantito Tfr.

Fondo pensione per la famiglia: è boom di iscrizioni



Tra le nuove adesioni, una dinamica interessante da rilevare è senza dubbio quella registrata dall’ambito più particolare, quello dei familiari a carico: +26% rispetto al 2015.

Si rafforza, dunque, la presenza della previdenza complementare nelle famiglie, primo passo per l’avvio di una nuova cultura previdenziale e, più in generale, un ritorno al valore del risparmio.

In questo senso, il 2016 ha fatto registrare un’esperienza molto significativa; è quella del piccolo Francesco, il più giovane di sempre ad essere iscritto a Solidarietà Veneto, a soli 9 giorni dalla nascita, per volontà del papà Alessandro (leggi l’intervista completa).

Aziende: miglior crescita dagli anni del “silenzio-assenso”



Crescita significativa anche sul versante aziende; a fine 2016 sono sono 6.319 le aziende associate, in crescita del 5% rispetto al dato di fine 2015. Circa il 62% opera nel settore industriale, il 29% nel settore artigianato e il 4% fa riferimento alla “piccola industria”.

Nel complesso la distribuzione settoriale, vede al primo posto il “metalmeccanico” , seguito dal “legno-costruzioni” e dal “moda-tessile-occhialeria”.

Patrimonio: verso il miliardo e oltre



Il patrimonio gestito da Solidarietà Veneto nel 2016 ha superato la soglia del miliardo di Euro; per esattezza, al 31 dicembre 2016, è pari 1.059.072.782 di euro (+11% rispetto agli 954 milioni di fine 2015). Nel decennio 2006 – 2016 il patrimonio del Fondo è addirittura decuplicato: alla fine del 2006, infatti, superava di poco i 100 milioni.

Il saldo della gestione previdenziale 2016 è positivo per circa 87 milioni di euro. La dinamica previdenziale, nel dettaglio, presenta contribuzioni al Fondo che hanno raggiunto il valore massimo mai registrato nei 27 anni di storia del Fondo e in forte crescita rispetto al 2016.

Riguardo alle erogazioni, il Fondo ha liquidato ai lavoratori una somma complessiva che supera i 47 milioni di euro, leggermente inferiore a quella registrata nel 2016.

VUOI DIRE LA TUA? Lascia il tuo commento sulla nostra pagina Facebook

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
SOLIDARIETÀ VENETO È IL MIGLIOR FONDO PENSIONE ITALIANO
I RENDIMENTI DI DICEMBRE 2016
FRANCESCO: ISCRITTO A 9 GIORNI DI VITA. INTERVISTA AL PAPÀ
CRESCE IL RISPARMIO, MA NON SI INVESTE
CENSIS: CRESCE LA DOMANDA DI WELFARE
2016: AUMENTA L’ETÀ PER ACCEDERE ALLA PENSIONE
ARRIVA LA BUSTA: «NON MI ASPETTAVO QUESTI DATI»
AL VIA LA BUSTA ARANCIONE (STAVOLTA È VERO)

Articoli recenti

Scopri

Potrebbe interessarti anche…

Rendimenti di agosto 2022. Termina il “Sogno di una notte di mezza estate”. 

Un mese fa, cercando di “raffreddare gli animi” di fronte agli straordinari rialzi di luglio, sottolineavamo che l’economia globale, infilatasi da inizio anno in un diabolico labirinto, sembrava ancora lontana dal trovare il “filo di Arianna”. Ad agosto si ritorna con i piedi per terra.  Non vi è pace per l’investitore in questo tormentato 2022,

Cambia l’approccio degli iscritti al Fondo,
si aggiorna la strategia di investimento

Solidarietà Veneto opera a beneficio dei lavoratori della regione da oltre trent’anni. L’esperienza ci raffigura una netta differenza fra l’iscritto degli anni ’90 e quello del 2022. Da allora, inoltre, la finanza mondiale è completamente cambiata ed anche l’approccio all’investimento è chiamato ad un progressivo adeguamento. Ogni tre anni i fondi pensione sono tenuti a

Rendimenti luglio 2022.
Un “secondo semestre” che inizia con il piede giusto

Un mese fa preannunciando la stabilizzazione che già da metà giugno si cominciava ad intravvedere. Luglio è andato oltre le aspettative: il rimbalzo dei mercati è stato vigoroso ed i quattro comparti del Fondo hanno messo a segno rialzi record. Una “svolta” tutta da interpretare. Abbiamo tante volte sottolineato la necessità, nella previdenza complementare, di

Torna su