I Controlli

I controlli sulla nostra attività

L'adesione ad un fondo pensione è una scelta importante; è l'investimento per un futuro previdenziale più sereno.
Per questo l'attività dei fondi pensione è sottoposta ad un controllo attento e costante.


Commissione di vigilanza (COVIP)


È l’autorità amministrativa indipendente che ha il compito di vigilare sul buon funzionamento del sistema dei fondi pensione, a tutela degli aderenti e dei loro risparmi destinati a previdenza complementare. La funzione che è chiamata a svolgere è essenzialmente quella di garantire ed assicurare la trasparenza e la correttezza nella gestione e nell’amministrazione dei fondi pensione. A tal fine: autorizza i fondi pensione ad esercitare la propria attività e approva i loro statuti e regolamenti, tiene l’albo dei fondi pensione autorizzati ad esercitare l’attività di previdenza complementare, vigila sulla corretta gestione tecnica, finanziaria, patrimoniale e contabile dei fondi pensione e sull’adeguatezza del loro assetto organizzativo, assicura il rispetto dei principi di trasparenza nei rapporti tra i fondi pensione ed i propri aderenti, cura la raccolta e la diffusione delle informazioni utili alla conoscenza dei problemi previdenziali e del settore della previdenza complementare.

Visita il sito

Banca Depositaria


La presenza della Banca Depositaria è una caratteristica del sistema dei Fondi pensione italiani, che nasce con l’obiettivo di assicurare ancora più tutela agli iscritti. Secondo la normativa vigente, il Fondo deve dotarsi di un unico soggetto incaricato al ruolo di Banca Depositaria che, per svolgere tale funzione, deve essere autorizzato preventivamente dalla Banca d’Italia, che verifica la conformità a precisi requisiti, sia patrimoniali che ed organizzativi. Uno di questi requisiti prevede che essa sia una banca italiana o succursale in Italia di banca comunitaria, fermo restando che le funzioni di banca depositaria devono essere esercitate direttamente dalla succursale italiana.
I principali compiti ad essa affidati sono riconducibili al controllo e alla custodia. Relativamente al controllo: la verifica del rispetto dei limiti di legge e contrattuali, normativi, di Statuto/regolamento e delle convenzioni di gestione; il controllo della correttezza del calcolo del valore della quota; la verifica della congruità della valorizzazione del patrimonio del Fondo e conseguentemente riferire al Fondo e all’Autorità competente eventuali irregolarità riscontrate. L'attività di custodia si concretizza nel conservare in appositi conti correnti e conti deposito il patrimonio del Fondo. Il patrimonio del fondo, affidato in custodia alla Banca Depositaria, è separato: non potrà quindi rientrare in eventuali procedure di fallimento dell’Istituto.

Conosci l’attuale Banca Depositaria

Società di revisione


Alla Società di Revisione sono affidati compiti di revisione legale, cioè l’insieme di procedure e controlli atti a identificare i rischi di errori significativi in bilancio e individuare gli opportuni criteri adeguati alla valutazione di detti rischi.

Conosci l'attuale Società di revisione


Collegio dei sindaci


Le attribuzioni affidate al Collegio dei Sindaci sono riportate nell'articolo 25 dello Statuto di Solidarietà Veneto. Tra le principali attività, li Collegio dei Sindaci controlla l'amministrazione del Fondo, vigila sull'osservanza della legge e dello Statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull'adeguatezza dell'assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dal Fondo e sul suo concreto funzionamento. Tutti i componenti del Collegio devono possedere i requisiti di onorabilità e professionalità, e trovarsi in assenza di cause di ineleggibilità e incompatibilità, come definiti dalla normativa vigente.

Conosci il Collegio dei sindaci

Controllo Interno


Assicura una costante azione di verifica del regolare svolgimento delle attività del Fondo, al fine di prevenire o rilevare l’insorgere di comportamenti anomali; verificare che lo svolgimento delle attività del Fondo avvenga in coerenza con gli obiettivi, gli indirizzi e le deliberazioni del CdA; valutare l’efficacia e l’adeguatezza del sistema dei controlli interni del Fondo, ai diversi livelli (operativo, gestionale, strategico); vigilare sul rispetto della normativa interna ed esterna in materia di regolarità tecnico – amministrativa e assicurare supporto agli altri Organi nelle aree di competenza. Inoltre, effettua verifiche periodiche, sulla base di una metodologia uniforme, fornisce i risultati di tali verifiche e monitora che vengano adottati eventuali interventi richiesti.

Conosci l'attuale Responsabile del Controllo Interno