Fondo pensione: le 4 cose da sapere ad ogni costo entro la fine dell'anno
Home / News
17
Dic
2018

Fondo pensione: le 4 cose da sapere ad ogni costo entro la fine dell'anno

Si sta avvicinando il momento più “scoppiettante” dell’anno: il capodanno! Prima di cenoni, festeggiamenti e fuochi d’artificio in piazza, ecco le ultime novità per salutare il vecchio anno e iniziare con il piede giusto il 2019.


PREMI DI RISULTATO/PRODUTTIVITÀ DETASSATI




Come sappiamo i premi di risultato, se destinati al Fondo Pensione:

  • non sono soggetti all’imposizione dell’imposta sostitutiva del 10%;
  • non concorrono a formare reddito anche se viene superato il limite di deducibilità di 5.164,57 euro;
  • non sono soggetti a tassazione al momento dell’erogazione da parte del Fondo.

La circolare 5/E/2018 dell’Agenzia delle Entrate dispone che il lavoratore debba dichiarare al Fondo il valore degli eventuali “Premi di risultato” versati (entro l’anno successivo al versamento stesso). La dichiarazione è analoga a quella prevista per i cosiddetti i “contributi non dedotti” ed è fondamentale per ottenere gli sgravi fiscali sopra specificati.

Per semplificare questo passaggio il fondo ha messo a punto una nuova funzionalità: recupera quindi il valore del premio di risultato versato nel 2017 (eventualmente anche tramite l’ufficio personale della tua azienda) ed entra nella tua “area riservata”. Nella sezione “CONTRIBUZIONE" potrai effettuare rapidamente tale passaggio.

Non sei pratico di internet? Puoi utilizzare il modulo cartaceo (sito web del Fondo - sezione modulistica). Se hai bisogno di ulteriori informazioni i nostri operatori sono disponibili, eventualmente anche per organizzare uno sportello informativo aziendale.


TRATTAMENTO DATI PERSONALI: NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO (GDPR)




Lo scorso 28 maggio è divenuto operativo il regolamento europeo sul trattamento dei dati personali (GDPR), norma finalizzata a tutelare la riservatezza delle persone, a proteggere le informazioni che le riguardano e a disciplinarne la divulgazione.

Procede speditamente la campagna finalizzata ad acquisire il consenso all’utilizzo degli indirizzi e-mail e del numero di telefono di ciascun associato (dati decisivi per una comunicazione efficace ed efficiente), ma ATTENZIONE, una scadenza importante (31/12/2018) incombe: chi avesse comunicato tali recapiti prima dell’entrata in vigore della nuova norma, dovrà riconfermare il consenso entro fine anno; diversamente il Fondo dovrà procedere alla cancellazione dei dati.

Non attendere dunque, conferma i tuoi dati accedendo all’area riservata del sito, oppure compilando il “Modulo variazione dati iscritto” (da inoltrare con copia di un documento di identità).

Per maggiori informazioni: PRIVACY, ECCO COSA CAMBIA AL 31/12/2018


COSTI AZZERATI PER LE ADESIONI DEI SOGGETTI FISCALMENTE A CARICO




Iscrivere un figlio alla previdenza complementare va oltre all’idea di garantire un “rendimento” o un “vantaggio monetario”. Iscrivere proprio figlio a Solidarietà Veneto significa consegnargli le chiavi per aprire la porta verso un futuro più sereno e trasmettergli fiducia nel suo domani.

E oggi con un beneficio in più. Entro il 31/12/2018 puoi iscrivere uno o più soggetti fiscalmente a carico senza costi di attivazione. Approfittane!

Per maggiori informazioni: FAMILIARI A CARICO, ISCRIZIONE GRATIS FINO AL 31/12/2018


PRESTAZIONI ACCESSORIE




Ci sono temi che ci eviteremmo volentieri, ma che non sempre si possono eludere.

Fra questi il decesso (o l’invalidità) in età lavorativa: a fatica riusciamo ad immaginare la complessità dello scenario e i tanti interrogativi che ci si troverebbe ad affrontare.

Cerchiamo qui di trovare risposte efficaci quantomeno per quanto attiene agli aspetti economici: si può, attraverso il Fondo, attenuare il disagio economico derivante dal decesso di un familiare?

Da oggi puoi rispondere efficacemente alla naturale necessità di proteggere la tua famiglia, con le PRESTAZIONI ACCESSORIE: una copertura assicurativa “caso morte ed invalidità permanente”, riservata agli associati di Solidarietà Veneto, che eroga agli eredi somme analoghe a quelle spettanti se il fatto non fosse accaduto (cioè se il deceduto – o l’invalido – fosse giunto al pensionamento).

Quali differenze rispetto alle tradizionali “polizze”?

  • Risparmio di tempo: meno burocrazia (es. esami medici non richiesti);
  • Costi più bassi: dai 6 ai 300 € annui per assicurare, ad esempio, un importo di € 100.000 (1/3 rispetto alla media di mercato )
  • Flessibilità: decidi tu quanto assicurare e se continuare a mantenere la copertura, anno dopo anno.

Per maggiori informazioni: PRESTAZIONI ACCESSORIE VOLONTARIE, TUTTO CIÒ CHE SERVE SAPERE




VUOI DIRE LA TUA? Lascia il tuo commento sulla nostra pagina Facebook


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
DICHIARAZIONE DEI REDDITI: INFORMAZIONI UTILI
QUANTO PENSIONE CON 80 EURO?
GLI ITALIANI RISPARMIANO DI PIU', MA NON PER LA PENSIONE

Torna alle News

CATEGORIE

Ultime News

Archivio

Tag cloud